Archivio Patriziale

Il Patriziato di Brissago conserva con cura i documenti che testimoniano la sua lunga storia. La voluminosa documentazione è raccolta in un prezioso Archivio.

L'archivio patriziale di Brissago è stato riordinato dal Servizio archivi locali (SAL) fra il 2013 e il 2016. Tenendo conto delle sue caratteristiche strutturali e della cronologia, la documentazione è stata suddivisa nelle seguenti tre sezioni:

Documenti sciolti (1570-1950)

Questa sezione comprende tutti i documenti che, conservati senza criterio alcuno, hanno dovuto essere analizzati e classificati singolarmente. Essi sono stati archiviati in base ad un piano di classificazione tematico composto da 16 categorie principali, suddivise a loro volta in sottocategorie. Una volta classificati per tema, i documenti sono stati ordinati cronologicamente (per anno) e collocati in cartelle e scatole d'archivio non acide. L’intervento ha permesso il raggiungimento congiunto di due importanti obiettivi: salvaguardare gli atti e renderli consultabili grazie all’elaborazione di un inventario sistematico cronologico. Mediante note a piè di pagina si è cercato di segnalare la presenza di documenti particolarmente significativi per la storia del Patriziato. La sezione dei documenti sciolti copre un intervallo cronologico che va dai primi decenni dell’Ottocento alla metà del Novecento, eccezione fatta per la presenza di alcune carte risalenti ai secoli precedenti e confluite in questo fondo archivistico.

Incarti (1926-2011)

Fanno parte di questa sezione i documenti che prima dell’intervento del SAL erano già raggruppati in modo relativamente omogeneo in dossier o serie documentarie. Dopo un riordino interno più o meno sostanziale a seconda della situazione di partenza, gli incarti sono stati classificati applicando le 16 categorie tematiche principali già utilizzate per i documenti sciolti. Le diverse sottocategorie riflettono invece la specifica natura dei dossier. Anche per gli incarti si è proceduto all’elaborazione di un inventario sistematico cronologico. Essi coprono prevalentemente un intervallo cronologico che si estende dalla metà del Novecento ai primi anni 2000, anche se alcune serie tematiche contengono documenti risalenti sino alla prima metà del XX secolo.

Registri, tabelle e piani (1892-2010)

I documenti legati in volume (libri protocollari, tabelle, quaderni, ecc.) e i piani sono stati suddivisi secondo lo stesso piano di classificazione tematico utilizzato per le altre due sezioni dell'archivio e resi anch’essi consultabili mediante la redazione di un inventario sistematico cronologico.

La consistenza della documentazione

A riordino concluso, i dati relativi alla cronologia e alla consistenza delle varie sezioni dell'archivio sono i seguenti: • circa 5'400 documenti sciolti (1570-1950) conservati in 6 scatole d'archivio;

  • 56 incarti (1926-2011);
  • 71 registri e tabelle (1892-2010) e 2 piani (1920-1998)

In totale l'archivio occupa circa 9 metri lineari ed è conservato in due appositi armadi collocati al primo piano della casa comunale di Brissago.

Appuntamento per consultazione:

Per fissare un appuntamento, chiamare il segretario del Patriziato allo 091 793 24 13 o inviare un’email a info@patriziatobrissago.ch